Costruire, coltivare ed utilizzare una mailing list

L'email marketing è oggi più che mai un canale di comunicazione altamente performante. Tenere presente che per ogni dollaro speso in questa attività, se ne generano oltre 38 (1)!!! 

Per le PMI le email sono il mezzo principale per fidelizzare i propri clienti. 

Un buon sistema per l'invio delle email ha costi accessibili a tutti, perché non pensare di iniziare una campagna di mail marketing tramite il tuo client di posta, in quanto avrai sicuramente brutti ricordi

Considerando i punti in precedenza possiamo dire con assoluta certezza che il mail marketing è economico e misurabile.

Ma da dove si inizia?

Raccogli quanti più contatti dei tuoi clienti o potenziali tali in ogni occasione - sistemi wi-fi, moduli recensioni, eventi ecc ecc.

 

Per noi di Officina Hotel la raccolta delle email dei clienti è sempre parte integrante delle nostre strategie in qualsiasi consulenza. Questo ci permette di disintermediare e fidelizzare al meglio.

Grazie anche a questa strategia, ma non solo, registriamo che solo il 20% delle nostre prenotazioni totali deriva da OTA, il restante 80% sono tutte prenotazioni dirette (2), a zero commissioni. Questo non vuol dire che siano costate zero!

Una tecnica che darà buoni risultati al fine di accrescere il nostro database è sicuramente quella di offrire un valore tramite risorse utili (si scrive utile, si legge NON commerciale) riscattabile solo comunicando il proprio indirizzo email, dove verrà poi raggiunto dal contenuto promesso.

Il contatto email è un dato che sarà sempre in tuo possesso e non dipenderà mai da algoritmi dei vari social o motori di ricerca che sono in continuo cambiamento.

La segmentazione è fondamentale.

Per segmentazione intendiamo la suddivisione della nostra mailing list in gruppi, segmentati appunto con i seguenti criteri - che sono solo una piccola idea:

  • per genere
  • per località di residenza
  • per canale di provenienza
  • per periodo di soggiorno
Una lista generica che include tutti in nostri contatti ha un utilizzo limitato, ma attenzione a non segmentare troppo in quanto potremmo trovarci con liste davvero scarne. 

Anche il messaggio che andiamo a veicolare deve essere in target rispetto alla nostra utenza di riferimento. 

Per coltivare e mantenere sempre attivi i nostri lead, devi ricordare che la qualità deve prevalere sulla quantità.

Esistono due tipologie principali di messaggi che possiamo inviare. I DEM (direct email marketing) che non è altro che l'attività di pubblicità attraverso la mail e la Neswletter che è invece un messaggio periodico di aggiornamento.

Le caratteristiche che dobbiamo tenere in considerazione per evitare la disiscrizione alle nostre comunicazione sono principalmente i seguenti:

  • leggibilità:  i messaggi devono essere semplici da leggere, non usare font troppo particolari e caratteri troppo piccoli
  • fruibilità: devono adattarsi a tutti i device o essere pensati fin da subito con una struttura specifica in base alle abitudini del nostro pubblico. Circa il 50% delle email vengono lette da dispositivi mobile
  • contenuti: esclusivi e mai banali. L'utente si annoia in fretta e la concorrenza è sempre più spietata
  • Saturazione del mercato: sei vuoi continuare a essere letto dai tuoi lead, tieni a mente che il mercato è sempre più saturo e che sopravvivono solo i migliori e coloro i quali si adattano più velocemente
L'obiettivo è ovviamente quello di vendere, ma non tutti i tuoi contatti sono ora pronti per acquistare da te. Devi quindi creare le migliori condizioni per le quali un lead diventi un cliente. Offri un valore aggiunto di grande utilità e sicuramente faciliterai questo percorso. 

Ricordati sempre che prima di tutto devi conquistare la fiducia dei tuoi contatti!!!

Fonti: 

(1) DMA 2018

(2) Anni di rilevamento 2019/2020


Commenti

Post più popolari